Cucinare

Cucinare è una delle cose che mi dà più soddisfazione.

Mi piace creare abbinamenti, fare tentativi, sperimentare.

Nell’associare gusti, consistenze, profumi e colori riconosco la ricerca continua di armonia.

Tra le mie mani prende vita un’emozione, un ricordo, la fragranza di un luogo.

Creare tramite la materia per donarsi e ricevere.

Condividere un piatto con una persona cara è un ulteriore modo per entrare in connessione.

La cucina è cura, è tempo dedicato, è amore per sé e per gli altri.



Cosa provi quando cucini?

Ti ci immergi completamente o lo vivi come un dovere?

Soffermati sui profumi ed esplora le consistenze tra le mani, nella bocca.

Non lasciarti influenzare

Non sono una grande esperta di selfie.

Quando ho scattato questa foto ero talmente disperata che per ottenere un risultato decente mi sono ritrovata a testa in su.

Spesso non mi riconosco nell’immagine che vedo sullo schermo; mi sembra cambi drasticamente ad ogni minimo spostamento.

In base a luce, distanza o inclinazione sono una persona diversa.

Allo stesso modo un fatto, una persona o un’emozione riescono ad influenzare l’andamento della mia giornata fino a stravolgerla completamente.

O meglio, io permetto che questo accada.

Non è facile impedirlo ma cerco di trovare ogni giorno strategie che possano aiutarmi.

Ad esempio sto imparando che crearmi uno spazio al mattino dove prendermi cura di me mi dà la carica per iniziare al meglio la giornata, che portando a termine per primi compiti semplici che d’istinto rimanderei mi sembra tutto più facile e che certe volte prendere delle decisioni di pancia dà un sapore tutto nuovo alla mia vita.



Quali strategie utilizzi per essere più consapevole delle tue emozioni?

In quali situazioni tendi a ritrovarti anche se non ti rendono felice?

Riviste per creare

A volte sento la voglia di creare qualcosa ma non so da dove partire, come cominciare.

Negli ultimi mesi sto cercando di darmi nuovi stimoli in modo costante e ho notato che così facendo le risposte non tardano ad arrivare.

Oggi ho deciso di prendere alcune riviste che avevo in casa e di sfogliarle aspettando una suggestione.

Uno sguardo, un tessuto, delle mani intrecciate, un profilo, una pubblicità colorata: ho segnato tutte le immagini che mi hanno colpito.

Ora non so cosa ne verrà fuori (forse un disegno o un racconto) ma sento chiaramente quel “friccicorio” di fare percorrermi la pelle e vedo le immagini vorticare senza sosta nella mia mente e la cosa mi piace molto!

Provare per credere!😉

Vi aggiorno sui risultati e aspetto i vostri se avrete voglia di fare un tentativo!