Energia

Sole tra le nuvole

È una mattina come tante altre e sto stendendo i panni appena usciti dalla lavatrice.

Nelle cuffiette il podcast che mi accompagna in queste ultime settimane: “Un millimetro al giorno” di Silvia Pasqualini, psicologa e psicoterapeuta (https://www.ilcorpoelamente.com/).

Ascolto attentamente le sue parole: la riflessione di oggi è dedicata al vivere più intensamente il presente, nello specifico come gestire la propria energia.

Due le domande da farsi:

1. Quanta energia consumiamo e quanta ne produciamo?

2. Quante cose facciamo per il presente e quante per il futuro?

Dal nulla il suo discorso fa scattare qualcosa in me ed improvvisamente sento il bisogno di scrivere.

Negli ultimi mesi ho consumato tanta energia per accumulare conoscenze, approfondire argomenti, sentirmi pronta per iniziare questa nuova avventura e ho lasciato poco spazio invece alla produzione di energia che per me oggi significa scrivere, condividere.

Ho progettato tanto e proiettato tutto nel futuro senza sapermi prendere un momento per godermi il presente

….

Nel podcast Silvia ad un certo punto parla di uscire a fare delle fotografie.

Spesso vado a camminare e se mi sento ispirata faccio qualche foto ma uscire con lo scopo di FOTOGRAFARE è un’altra cosa, un lusso difficile da concedersi.

Ho scelto questa foto proprio perché l’ho scattata in una di quelle rare occasioni e mi vergogno sapendo che è datata estate 2019.

Non mi intendo di fotografia ma fermarmi per scattare foto mi piace tantissimo, mi regala quel tempo dilatato che mi allarga il cuore.

Oggi le sue parole me lo hanno ricordato e hanno smosso tanto altro dentro me.


Per trovare nuova ispirazione ti lascio di seguito i contatti ai canali di Silvia:

Instagram: https://www.instagram.com/ilcorpoelamente_/

Facebook: https://www.facebook.com/ilcorpoelamente

Youtube: https://www.youtube.com/channel/UCIVWimSPD3ItjDzweel3SsA

Puoi seguire la sua rubrica “Un millimetro al giorno” sulle principali piattaforme dedicate ai podcast.

Di seguito il link alla puntata di cui parlavo:



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *