Campanello d’allarme

Scrivere, mettere le cose nero su bianco le rende reali, palpabili.

In questi giorni avrei voluto che molte delle sensazioni che portavo a spasso con me nelle mie passeggiate semplicemente svanissero di colpo.

Raccontarle le avrebbe ancorate a quel foglio e quel foglio sarebbe rimasto.

Ho pensato di non essere in grado di sopportarlo e così ho rinunciato a tutto convinta di essermi sbagliata nuovamente.

Oggi riprendo a scrivere e quelle sensazioni si allontanano da me come se non ci fossero mai state.

Quando muore, il giorno ci lascia sempre in dono il suo tramonto.



Spesso i periodi no ci aiutano a trovare la forza di riprendere in mano la nostra vita e proseguire o iniziare il cammino che desideravamo da tempo.

Ho imparato col tempo a ringraziare questi momenti e riconoscerli per quello che sono davvero: il prezioso campanello d’allarme di una vita che non è come vorremmo.

Il bello è che si può cambiare e costruirla diversamente passo dopo passo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *