La possibilità di un’alternativa

Quando penso alla pausa pranzo mi viene subito in mente l’immagine di un panino avvolto nella carta stagnola.

Pratico, leggero e veloce.

Quello che vedete nella foto è l’armamentario che mi scarrozzo dietro ogni volta che mangio fuori: set portaposate con tovaglietta annessa che ho da poco riesumato tra gli averi di mia mamma, schiscetta e borraccia in alluminio.

Il più delle volte decisamente ingombrante.

Non mi soffermo sulla scelta di utilizzare l’uno o l’altro ma piuttosto sulla possibilità di un’alternativa.

Siamo abituati a seguire le strade già percorse da altri spesso perché più sicure o comode ma ci siamo mai chiesti se ci sono delle alternative più in linea con la nostra persona?

Cosa possiamo fare di diverso per noi stessi, il nostro lavoro, le persone a cui vogliamo bene o la nostra città?

Ci sono delle alternative?

PS: ho scoperto solo un anno fa il termine schiscetta e non riesco a fare a meno di ripeterlo ogni volta che posso XD

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *