Un’insolita melodia emergeva disinvolta dal grande piano

I tasti di un pianoforte.

Il cameriere prese lo straccio che era appoggiato sulla sua spalla e iniziò a pulire il tavolo dinanzi a lui.

La luce era soffusa.

Nell’aria riecheggiava ancora il fumo dei sigari e c’erano calici semivuoti sparsi qua e là nella sala.

Un’insolita melodia emergeva disinvolta dal grande piano al centro del palco.

Claire stringeva nei piccoli guanti di pizzo nero la borsetta buona della sorella.

Fece qualche passo deciso verso il musicista.

“Vorrei cantare una canzone!”

Il giovane alzò di poco lo sguardo dalla tastiera poi, scostando la sigaretta dalla bocca, le disse:

“Qual è il tuo nome, piccola?”

“Claire, Claire Williams signore.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *